Post

L'Accademia dei Virtuosi al Pantheon

La Pontificia Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon è la più antica tra le sette Accademie Pontificie, tre di natura teologica e tre di natura storica, dalle quali si distingue per la primogenitura storico-cronologica e per l’ orizzonte culturale più ampio.

L’Accademia fu fondata nel 1542 sotto la volta del Pantheon, l’antico tempio pagano concepito con una architettura molto originale, sottoposta nei secoli a continue metamorfosi, fino al 608 d.C., quando fu donato  dall’imperatore Foca al papa  Bonifacio IV  che lo consacrò dedicandolo a Maria e a tutti i Santi. Da quel momento il Pantheon è diventato un luogo squisitamente cristiano, che ha il suo culto in connessione con la grande memoria romana e rappresenta per eccellenza il cuore dell’arte vaticana. La sede dell’Accademia era  nella prima cappella a sinistra dedicata a San Giuseppe,  il patrono del sodalizio che riuniva, per volontà di  papa Paolo III,   tutti gli artisti. Pochi anni dopo la sua fondazione, furono cooptati anche i Musicisti. Solo a distanza di molti secoli, nel 1995, per volontà di Papa Giovanni Paolo II, oggi Santo, fu inserita  la Classe dei Letterati e dei Poeti e la Classe dei Pittori fu estesa anche ai Cineasti. ...

Leggi altro
Post

Fede e Arte per sempre amiche

Il Cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, ha officiato la Messa Solenne nel Pantheon il giorno di San Giuseppe, al termine  della quale sono stati consegnate le nomine ai nuovi tredici Virtuosi  accolti nella prestigiosa Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi del Pantheon.

L’Osservatorio Roma ha incontrato il Cardinal Ravasi, Membro della  stessa Accademia dei Virtuosi da molti anni e Coordinatore di tutte e sette le Pontificie Accademie, per approfondire il rapporto tra Fede e Arte sulla scia di un dialogo  che negli anni ha subito evoluzioni e mutamenti.

O.R. Eminenza, la lettera agli artisti di Papa Paolo VI, oggi Santo, alla fine del Concilio Vaticano II, che ruolo ha avuto nella distensione dei rapporti tra Fede e Arte e conseguentemente anche sulla Accademia dei Virtuosi al Pantheon?

Card.R. “E’ stato un testo fondamentale, che ha fatto seguito al discorso tenuto dal Papa, quasi completamente a braccio, nella Cappella Sistina nel 1964, rivolto agli artisti per ricucire il divorzio tra Arte e Fede iniziato nella prima metà del Novecento.  Fino ad allora Arte e Fede erano state due sorelle che per secoli hanno camminato insieme e il frutto del loro procedere in simbiosi ha creato capolavori che popolano le nostre chiese, le pinacoteche, i musei di tutto il mondo. ...

Leggi altro
Post

Pagine svolazzanti e rami che arrivano lontano

La Festa del Libro e della Lettura e il Premio letterario Alberoandronico proiettano Roma in una dimensione culturale internazionale su cui aleggiano migliaia di pagine, diverse tra loro ma tutte ugualmente efficaci nell’esprimere il desiderio diffuso di scrittura e lettura, vero ponte di cultura tra i popoli.

L’Auditorium Parco della Musica ha festeggiato il mondo della lettura in tutte le sue declinazioni, con la rassegna  Libri Come, giunta alla decima edizione. Libertà è il tema che ha caratterizzato la Festa, sul quale si sono confrontati scrittori, lettori, editori e intorno al quale sono state organizzate lezioni, presentazioni, mostre, reading, incontri con le scuole, interviste con gli autori, concerti ...

Leggi altro
Post

La magia della fotografia subacquea di Claudio Palmisano porta il mare a Roma

Claudio Palmisano è una delle eccellenze della fotografia italiana e internazionale che da Roma, la sua città, porta l’eco dell’arte fotografica in tutto il mondo. Il mare è il grande protagonista del suo mondo fotografico e della sua stessa vita. Palmisano, fotografo ufficiale della Guardia Costiera italiana, appassionato conoscitore di panorami sottomarini che esplora e fotografa,  ci racconta un mondo che sappiamo esistere e a cui diamo contorni chiari anche grazie ai suoi scatti. ...

Leggi altro